le Vacanze Intelligenti con le scienze cognitive

"Alla scoperta dell'ombra"

Una vacanza culturale, un ciclo di lezioni per documentare la straordinaria ricchezza del mondo delle ombre, mostrando dati dalla storia dell'arte, dell’astronomia e della scienza e presentando alcuni dei risultati recenti della ricerca di punta nelle scienze cognitive.

Relatore: Roberto Casati scheda
Titolo: "Alla scoperta dell'ombra"
Data: 20 e 21 marzo 2010
Location: Sirmione (Brescia) location
Prezzo: € 180,00
Prenota subito

Programma del seminario

  • Sabato 20/03/10 ore 10.00: accoglienza e benvenuto  ai partecipanti, presentazione dell’iniziativa, del docente e del programma presso la sala prescelta;
  • sabato 20/03/10 dalle ore 10.30 alle ore 12.00 lezione e a seguire domande/confronto con il pubblico;
  • sabato 20/03/10 dalle ore 17.00 alle ore 18.30 lezione e a seguire domande/confronto con il pubblico;
  • domenica 21/03/10 dalle ore 10.30 alle ore 12.00 lezione e a seguire domande/confronto con il pubblico.

Location

Veduta della penisola di SirmioneL’incontro si terrà a Sirmione presso la Sala Consiliare "Caio Valerio Catullo" di Palazzo Callas, in Piazza Carducci.
Per maggiori informazioni sulla location.
Sirmione, detta “la Perla del Lago di Garda” grazie ad una particolare ed unica posizione geografica naturale, è famosa fin dall’antichità per il suo clima mite, anche d’inverno, e per l’efficacia delle sue acque termali.

Quota di partecipazione alla vacanza culturale

La quota comprende:

  • quota di partecipazione alle conferenze
  • assicurazione per disdetta come di seguito specificata

Promozioni

E’ previsto uno sconto del 10%:

  • per studenti sotto i 26 anni,
  • pensionati oltre i 60 anni,
  • nel caso di iscrizioni a più “vacanze intelligenti” nello stesso anno.

La presente scontistica non è cumulabile.

La quota indicata non comprende il soggiorno e quanto non espressamente indicato.
 

Disdetta

  • A 40 giorni dalla settimana scelta, restituzione del 90% della quota versata.
  • Da 40 a 20 giorni prima, restituzione del 50% della quota versata.
  • Da 20 a 2 giorni prima, restituzione del 25% della quota versata.

Modalità di Pagamento

L’iscrizione si intende confermata al ricevimento della Quota di partecipazione, da far pervenire mediante Bonifico Bancario come di seguito indicato:

  • Beneficiario: the Industry Industria Creativa srl
    Via dei Mille, 22 – 25122 Brescia
    Banca beneficiario: UBI Banco di Brescia (Ag. 21 Brescia C.so Martiri della Libertà 45 Bs)
    IBAN: IT 16 H 03500 11230 000000020839
    Valuta beneficiario: (pregasi indicarla)
    Causale: le Vacanze Intelligenti a Sirmione, dal 20/02/10 al 21/03/10

Tema della vacanza culturale

  Alla scoperta  dell'ombra  - Tre lezioni   sull'ombra   

Nei secoli si è dedicata una grande attenzione alle ombre, nonostante le ombre siano - o forse proprio perché sono – cose strane e inafferrabili. Spesso si è messo in luce il loro lato oscuro, e le mitologie occidentali e non occidentali raccontano di ombre inquietanti, vendute ai demoni, messaggere di sventura. Platone stesso, con il mito della caverna, ci ricorda che non possiamo fidarci delle ombre, rappresentazioni infedeli delle cose vere.
Ma qualcosa non torna: il nostro cervello è il risultato di milioni di anni di evoluzione in un mondo popolato dalla ombre. Possibile che non sia riuscito a sfruttare questa ricchezza e ad apprezzarla? Vedremo come in realtà le ombre siano degli ingredienti utilissimi della visione tridimensionale e come abbiano contribuito in modo fondamentale alla conoscenza, in particolare in astronomia. Ma vedremo anche che non è stato facile scoprirloMa qualcosa non torna: il nostro cervello è il risultato di milioni di anni di evoluzione in un mondo popolato dalla ombre. Possibile che non sia riuscito a sfruttare questa ricchezza e ad apprezzarla? Vedremo come in realtà le ombre siano degli ingredienti utilissimi della visione tridimensionale e come abbiano contribuito in modo fondamentale alla conoscenza, in particolare in astronomia. Ma vedremo anche che non è stato facile scoprirlo

Ci sono voluti duemilacinquecento anni di ricerche da parte di filosofi, pittori, astronomi per mettere nella giusta luce il contributo delle ombre alla conoscenza del mondo. Ancora oggi non sappiamo tutto della percezione delle ombre, e le ricerche in scienze cognitive ci riservano continue sorprese. Questo ciclo di lezioni si propone di documentare la straordinaria ricchezza del mondo delle ombre, mostrando dati dalla storia dell'arte e della scienza e presentando alcuni dei risultati recenti della ricerca di punta nelle scienze cognitive.

 

 Il cervello e le ombre  

Questo approfondimento prende  spunto da alcuni potentissimi effetti percettivi che mostrano come il sistema visivo non funzioni come una macchina fotografica o una telecamera. Ma non dobbiamo fermarci a questi effetti. Per capire il funzionamento del cervello dobbiamo guardare alle ipotesi delle scienze cognitive riguardo al complicatissimo computer che abbiamo nella scatola cranica. Una buona parte del lavoro degli scienziati cognitivi consiste nel cercare di ricostruire (con un lavoro di “ingegneria al rovescio”) quali “programmi” vengono usati dal cervello-computer, quali “calcoli” vengono fatti. Il cervello visivo ha imparato nel corso dell'evoluzione a calcolare i valori dell'ombra per rendere concavità e convessità, per determinare la posizione degli oggetti l'uno rispetto all'altro, per ritrovare il colore vero di una superficie su cui viene proiettata un'ombra.

In tutti questi casi il cervello opera in modo automatico, incosciente, e non possiamo farci nulla. In molti altri casi, però, siamo riusciti ad addomesticare le ombre controllando il nostro pensiero su di esse. È quello che è avvenuto nella storia dell'astronomia.

 

 L'ombra nell'astronomia   

Keplero, il principe degli astronomi, contemporaneo di Galileo, ha detto che “tutte le scoperte astronomiche vengono fatte per mezzo della luce e dell'ombra.” In effetti fino all'epoca dei primi telescopi l'astronomia ottica si è avvalsa delle ombre per una serie di scoperte che hanno allargato la nostra concezione del cosmo. Dalle prime indagini greche (il sole è molto più distante della luna dalla terra, la terra è sferica) alle gradi scoperte dell'epoca classica (le fasi di Venere e la fine dell'astronomia geocentrica, la forma della luna, gli anelli di Saturno, la vera dimensione di Mercurio, la velocità della luce...) sono sempre le ombre a rendere possibile le misure del cosmo. Ma vedremo come anche in tempi recenti le ombre hanno permesso di misurare il rallentamento del moto della terra, di confermare la teoria della Relatività, di scoprire esoplaneti e di determinare la forma degli asteroidi.   

 

  I pittori e l'ombra  

Galileo era astronomo ma anche disegnatore, e non è escluso che proprio la sua capacità pittorica di interpretare le ombre sia quello che gli ha permesso di trasformare le sue osservazioni del cielo in scoperte di primaria importanza. Ma che cosa sanno i pittori dell'ombra? In questa lezione vedremo come l'arte occidentale (assai curiosamente la sola in cui si sia cercato di disegnare le ombre) abbia conosciuto almeno due periodi di “lotta con l'ombra”. Un paradosso ha dato del filo da torcere agli storici dell'arte. Perché i pittori del primo Rinascimento, che pur conoscevano il chiaroscuro e la prospettiva, si astengono dal dipingere le ombre, che sono semplicemente chiaroscuro in prospettiva? Vedremo come i pittori sono stati in grado di apprendere in un secolo di prova ed errore a rappresentare in modo convincente le ombre. Ma vedremo che hanno fatto molto di più: hanno trovato che si possono disegnare ombre impossibili ma perfettamente convincenti! I pittori si sono così rivelati dei veri e propri psicologi naturali, in grado di mostrarci – anche se inconsapevolmente – alcuni dei programmi utilizzati dal cervello visivo. La storia dell'arte presenta moltissime ombre impossibili dal punto di vista fisico o geometrico; le osserveremo andando alla ricerca degli errori che a volte sono assolutamente invisibili.

 

 I paradossi delle ombre 

Che cosa sono le ombre? Sembriamo saperlo tutti, ma non appena cerchiamo una definizione, ci ingarbugliamo e incontriamo dei paradossi. In questa lezione discuteremo di alcuni paradossi che mostrano come il nostro pensare alle ombre sia in fondo un modo di pensare a degli oggetti che ombre non sono; in pratica, esportiamo verso le ombre il nostro pensiero sulle cose concrete. E puntualmente le ombre ci tradiscono.

 

 

 La poesia delle ombre

Molti artisti contemporanei hanno avvertito il potenziale figurativo e immaginativo delle ombre. La fotografia ed il cinema ne hanno a volte fatto uso, anche se spesso se ne sono tenuti a debita distanza. In questa lezione passeremo in rassegna alcuni lavori di artisti contemporanei ed osserveremo i mille modi in cui le ombre tracciano figure insolite e sorprendenti.

La fotografia fissa il punto di vista e questo permette di giocare con gli allineamenti creando situazioni "vietate" che generano ambiguità tra ombre ed oggetti.

Da una ventina d'anni osservo e fotografo le ombre. Attingendo dalla mia biblioteca di diecimila immagini (un risultato dell'incorporazione delle fotocamere nei telefoni cellulari) presenterò foto in cui le coincidenze sospette tra ombre ed oggetti porducono chimere visive, balconi che si prolungano nelle case, alberi che si immergono nel suolo. E mostrerò come le ombre a volte rivelano la vera essenza degli oggetti. 

        

Letture consigliate
Paola Bressan, Il colore della luna, Bari, Laterza.
Roberto Casati, La scoperta dell'ombra, Bari, Laterza.
       

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Soggiorno 

Per il soggiorno in Sirmione vostro e di vostri accompagnatori, potete contattare direttamente l’Associazione Albergatori e Ristoratori di Sirmione (Sig.ra Patricia) allo 030/919322 o via mail al sirmionehotel@gmail.com

Abbiamo ottenuto per voi quote convenzionate davvero convenienti:

 

 

Hotel Meridiana 3 stelle

 

 

Hotel Speranza 3 stelle

 

 

Hotel Corte Regina 3 stelle

 

 

 

Hotel Sirmione 4 stelle

 

 

 

Per chi preferisse agriturismo o campeggi, potete visitare l'ampia scelta su: www.guidaditalia.com/guida/sirmione

Richiesta prenotazione







Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
>